Ex Ospedale Riberi – Torino

Ex Ospedale Riberi // Torino

2003 - 2006

  • null

    Torino, Italia

  • null

    ristrutturazione

  • null

    TAP:
    Sintecna srl
    Base engineering srl
    Studio Pession Associato
    Arch. L. Dionigio
    E.L. Engineerign
    Golden Associated srl
    Ing. G. Gonnet
    Impro srl
    Arch. MP. Orsini
    Tetrastudio Architetti Associati

  • null

    XX Giochi Olimpici Invernali AGENZIA TORINO 2006

  • null

    33.000 mq

  • null

    23.300.000

Il progetto ha riguardato la trasformazione di un ospedale militare sorto negli anni venti del ‘900 in un villaggio per giornalisti in occasione dei XX Giochi Olimpici Invernali Torino 2006. Il nuovo complesso, che conta fino a 1013 posti letto, oggi è diventato residenza per gli allievi della Scuola di Applicazione dell’Esercito. L’insieme si presentava come un sistema a corte aperta rettangolare, costruito attorno alla piazza centrale. Si compone di padiglioni isolati, collegati tramite una galleria vetrata. L’ospedale militare nel tempo ha perso la sua funzione originaria, e con essa alcuni padiglioni sono stati dismessi e abbandonati, mentre altri fortemente rimaneggiati. Il recupero si è basato sul principio di conservazione della condizione originaria. La prima scelta progettuale è stata quella di riproporre i percorsi di accesso preesistenti,mentre la seconda è stata quella di recuperare e rifunzionalizzare come spazi vivibili i piani seminterrati dei padiglioni. Sono stati inoltre inseriti ascensori e rampe per il superamento delle barriere architettoniche.

The project has involved the transformation of a military hospital built in the 1920s in a village for journalists during the XX Olympic Winter Games held in Turin in 2006. The new complex, which counts up to 1013 beds, has now become a residence for the Students of the Army Application School. The set appeared as a rectangular open court system, built around the central square. It consists of isolated pavilions connected via a glass gallery. The military hospital intertemporal has lost its original function, and with it, some pavilions have been neglected and abandoned, while others are heavily restored. The recovery was based on the principle of conservation of the original condition. The first design choice was to re-propose existing access routes, while the second was to retrieve and refocus the basement floors of the pavilions as living areas. In addition, elevators and ramps were installed to overcome architectural barriers.

Share Project :